AIL Padova

storia
Dalla volontà
di un piccolo gruppo
di genitori ai più di
2000 volontari di oggi,
le tappe di un percorso
di solidarietà.

La Sezione di Padova dell'A.I.L. nasce nel settembre 1975, con la volontà di migliorare la realtà dell'Oncoematologia Pediatrica: strutture migliori per i piccoli pazienti e aiuto per l’alloggio dei genitori costretti a trasferirsi per assisterli.
Negli anni recenti è sorto a Padova un nuovo Reparto di Ematologia per la diagnosi e la cura delle neoplasie e delle leucemie che colpiscono le persone adulte: un Gruppo della sezione AIL di Padova si dedica allo sviluppo del volontariato per potenziare la ricerca anche in questo campo.

1975

L’associazione è sempre stata in prima fila su più fronti: coinvolgere le istituzioni sul problema del trapianto del midollo (tecnica ancora poco conosciuta e, di conseguenza, non sovvenzionata dallo Stato) e sostegno alle famiglie per l’acquisto di medicinali non convenzionati e non reperibili in Italia, raccogliendo fondi attraverso le campagne Stelle di Natale e Uova di Pasqua.

1977

Per aiutare le famiglie a stare vicine ai piccoli pazienti, l’AIL della Provincia di Padova, coinvolgendo il Comune, è riuscita ad affittare un primo appartamento vicino all’Ospedale per alleggerire le problematiche relative all’alloggio, oltre a istituire delle borse di studio per biologi e infermieri e ad acquistare nuovi farmaci.

1985

Viene acquistata la prima Casa di Accoglienza vicina all’Ospedale, frutto di iniziative di beneficenza come le partite con la nazionale cantanti e i primi concerti al Teatro Verdi.

1990/1995

Con il sostegno di un gruppo di industriali, inaugura una delle strutture di Oncoematologia più all'avanguardia sia in Italia che nel resto d'Europa. Il nuovo Reparto ha un Day Hospital di oltre 500 mq, 20 letti distribuiti in stanze studiate per garantire la massima funzionalità e il massimo comfort sia ai bimbi che ai loro genitori, un Centro Trapianti di midollo e cellule staminali e Laboratori per oltre 900 mq.

1998

Un accordo con le Suore della Divina Volontà rende possibile l’apertura della terza Casa di Accoglienza, in quanto AIL è consapevole che il nuovo Reparto di Oncoematologia creato è vitale per i piccoli malati d’Europa e del Resto del Mondo, non solo per le famiglie del NordEst italiano.

2000

Grazie all’incredibile forza dei 2.000 volontari, oltre a associazioni culturali, sportive e a gruppi imprenditoriali, viene inaugurata la Quarta Casa di Accoglienza. La ricerca incessante e i farmaci sempre più mirati hanno innalzato la soglia di guarigione dall’angosciante 0% del passato a quasi l’80%.

2010

Un gruppo della Sezione AIL Sezione della Provincia di Padova ONLUS si dedica a migliorare i servizi dell'Unità Operativa di Ematologia, per potenziare la ricerca anche sulle leucemie dell’adulto. Le risorse vengono destinate ad acquistare nuovi macchinari, a finanziare borse di studio, ad istituire il servizio di assistenza Psicologica ai malati e alle loro famiglie.

2012

 

L’associazione si prefigge l’obiettivo di attivare il servizio di Assistenza Domiciliare. Il progetto prevede la possibilità di curare a casa bambini e adulti affetti da malattie ematologiche che, per grave compromissione dello stato di salute, non possono proseguire la terapia in clinica.
L’AIL di Padova rende concreti i due progetti acquistando un autoveicolo con le necessarie apparecchiature mediche, e raccogliendo i fondi da utilizzare per un secondo automezzo.

 

2015

Tra i volontari della nostra sezione, il gruppo “Andrea Petrin” di Camposampiero, si dedica dal 2013 alla raccolta fondi, per sostenere l’assunzione di un nuovo medico nel Reparto di Ematologia dell’Ospedale di Camposampiero/Cittadella, sogno che si è concretizzato nel 2015.

Novità

Aspettando il Natale cena di beneficenza AIL Padova

Venerdì 30 Novembre 2018 ore 19:45 presso Ristorante Al Bosco si terrà l'evento benefico di raccolta fondi destinati alle necessità dei Reparti sostenuti da AIL Padova: Oncoematologia Pediatrica,...

STELLE DI NATALE AIL 2018

L'iniziativa, posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, si svolgerà in 4800 piazze italiane grazie all’impegno di migliaia di volontari che offriranno una piantina natalizia a...